Messaggio di errore

Notice: Undefined variable: is_admin in eval() (linea 1 di /home1/storicav/public_html/modules/php/php.module(80) : eval()'d code).

Presentazione volume 34 della nostra "Biblioteca"

Sabato 26 Novembre 2022, ore 17.30
Biblioteca Comunale - Via di Spugna 78 - Colle di Val d'Elsa

Società Storica della Valdelsa
e Biblioteca Comunale "M. Braccagni"
con il patrocinio del Comune di Colle di Val d'Elsa

PRESENTAZIONE DEL VOLUME
Percorsi Valdelsani.
Saggi e scritti diversi fra storiografia  e scienza politica

di Mario Caciagli
 
Dialogheranno con l'autore:
Fabio Dei (Università di Pisa)
Antonio Fanelli (Università La Sapienza di Roma)
 
Nato a Colle di Val d’Elsa, Mario Caciagli si laureò in Scienze Politiche presso l’Università di Firenze con una tesi su La lotta politica in Valdelsa dal 1892 al 1915. Ha insegnato materie politologiche nelle Università di Catania, Padova e poi di Firenze. È stato professore di ruolo ordinario dal 1980 ed è attualmente professore emerito di Scienza politica dell'Università di Firenze. Ha insegnato inoltre presso varie Università in Germania, Austria, Francia, Spagna. I suoi interessi scientifici si sono indirizzati verso i partiti politici italiani ed europei, le elezioni, i sistemi elettorali, il governo locale, la cultura politica. Ha diretto la rivista «Quaderni dell’Osservatorio elettorale» ed è presidente onorario della Società italiana di studi elettorali che ha presieduto e fondato.
Uno dei suoi ultimi lavori è stato Addio alla provincia rossa. Origini, apogeo e declino di una cultura politica, vincitore della 65^ edizione del Premio Pozzale-Luigi Russo, frutto di una lunghissima ricerca, dove ha ricostruito le origini della “subcultura rossa” dalla fine dell’Ottocento fino agli anni Ottanta del Novecento e la sua crisi nel nuovo secolo.
Il volume Percorsi valdelsani. Saggi e scritti diversi fra storiografia e scienza politica raccoglie scritti di varia natura dedicati alla Valdelsa nell'arco di oltre mezzo secolo. Scrive Caciagli: «pur vagando i miei interessi conoscitivi per altre plaghe geograficamente lontane, ho continuato a rivisitare per decenni la Valdelsa, sia pure saltuariamente e con percorsi diversi», perché «si torna sempre ai primi amori». Si tratta di scritti di ricerca locale, alcuni di storia locale, altri di politica locale. «Come dimostra proprio la lunga, gloriosa vicenda della “Miscellanea Storica della Valdelsa”, la storia locale ha un suo statuto pienamente riconosciuto, statuto che è uscito addirittura rafforzato dalla crisi delle grandi narrazioni universali del Novecento».
Degli scritti contenuti nel volume si ricordano quelli sulla “identità valdelsana”, sulle feste del 1° Maggio, sulla nascita del partito socialista in Valdelsa, ma in modo particolare i tanti dedicati al suo paese di origine: Federalismo e municipalismo nei demosocialisti colligiani di fine Ottocento, Alle radici della subcultura rossa: “La Martinella”, Vicissitudini di una vetreria, 140 anni di elezioni a Colle.