Messaggio di errore

Notice: Undefined variable: is_admin in eval() (linea 1 di /home/storicav/public_html/modules/php/php.module(80) : eval()'d code).

Le sterminate antichità

Sabato 05 Aprile 2014, ore 15.00
Territorio di Montespertoli

A CURA DEL COMUNE DI MONTESPERTOLI

Con questa iniziativa ricomincia il ciclo di passeggiate guidate sul territorio dei Musei di Montespertoli. In questo caso sono stati gli amici di Plantago a proporre la collaborazione per costruire insieme la serata, nell’obiettivo comune di offrirvi un’occasione ulteriore di convivialità e riflessione al tempo stesso.

Questa volta saremo nella zona Nord-Ovest del territorio di Montespertoli, sulle colline che dividono la valle del torrente Turbone da quella dell’Orme. La conformazione litologica e le forme così particolari che il territorio assume in queste zone, hanno ispirato il titolo dell’iniziativa (Le sterminate antichità), preso a prestito da un’opera di un importante filosofo italiano del passato.

Un paesaggio dalla particolare morfologia che rimanda immediatamente alla presenza del mare in questi luoghi, pochissimi milioni di anni fa. Un’antichità (sterminata) per l’uomo; un’inezia invece per il tempo geologico. Un paesaggio che dopo due millenni di agricoltura promiscua, esercitata da contadini muniti di vanga, zappa e aratro e in gran parte destinata all’autoconsumo, ha visto quegli stessi contadini abbandonarlo in massa per riversarsi nei paesi di pianura. Proprio in quei momenti questo territorio visse un trauma profondissimo, per certi aspetti irreversibile. A quel trauma si riferiscono le foto che vedrete lungo il percorso, scattate in quei luoghi più di trent’anni fa. Oggi potremo vedere ciò che la natura ha ricomposto da allora.

Com’è nostra abitudine, parleremo e cammineremo, insieme. Perché camminare è una fatica che produce nient’altro che pensieri; è, idealmente, uno stato in cui la mente, il corpo ed il mondo sono allineati come se fossero tre persone che finiscono per dialogare. Mentre camminiamo siamo liberi di pensare, anzi si viene stimolati a farlo. In più, questa volta, gli amici di Plantago aggiungeranno la loro capacità teatrale per rendere più emotiva la serata.